Michele Esposito della Forza e Coraggio Boxe Milano è campione italiano dei pesi welter

Sono felice per il mio pugile Michele Esposito, per tutti i sacrifici che ha fatto e che solo noi conosciamo sino in fondo. Non si è mai tirato indietro e ha sempre lavorato, fidandosi di me. Sei Campione d’Italia con grande merito, sono fiero di te.
Grazie a Mario Loreni che ha organizzato dandoci questa opportunità, e sappiamo bene che oggi non è facile.
Grazie a tutti i tifosi di Varese che ci hanno seguito a Piacenza e ai nostri pugili ed amatori della Forza e Coraggio, anche loro accorsi in massa da Milano.
Grazie a Michele Di Rocco, a Franco Cherchi, a Gianluca Fezza, a Edoardo Del Vecchio, che ci hanno fatto crescere è allenato facendo sparring. Ai pugili della Forza e Coraggio. Al nostro super fotografo Samuele Pellecchia che è arrivato in moto!!
Grazie ai nostri bravissimi uomini d’angolo (dove tutto ha funzionato coi tempi giusti ) Marco Di Fronzo e Pietro Limido e al cutman Massimo Brognara.
Grazie a Mazzoni Giacomo degno avversario.
E infine grazie a me per essermi regalato questa felicità. Dopo Antonio Moscatiello,  sono riuscito a portare sul tetto d’Italia e a rivincere il titolo nella categoria più difficile e affollata, quella dei pesi welter.
Scusate, e non me ne vogliano, se nei ringraziamenti avrò dimenticato qualcuno.

Il titolo di Michele Esposito è stato trasmesso da Sportitalia canale 153 del digitale, alle ore 24.

Per festeggiare lunedì 6 giugno un aperitivo in compagnia di Michele, ore 18 presso la Forza e Coraggio Boxe Milano!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Stasera a Piacenza il vacante tricolore dei welter. Diretta su SportItalia a mezzanotte

PIACENZA2016LOCANDINA

Questa sera , sul ring del palasport di v.le Alberici a Piacenza, per l’organizzazione di Mario Loreni andrà in scena la sfida valevole per il vacante titolo italiano dei pesi welter tra il 34enne toscano di Lastra a Signa Giacomo Mazzoni (12-4-1; 1 ko) e il 30enne varesino Michele Esposito (8-2-1; 1 ko). I due cosfidanti si contenderanno la cintura lasciata vacante dal ferrarese Alessandro Caccia, impossibilitato a difenderla per ragioni personali, contro cui Mazzoni aveva perso per kot alla 1^ ripresa il 4 luglio dello scorso anno al Teatro Principe di Milano, mentre Esposito era stato tolto di gara dopo appena due minuti di lotta da una frettolosa decisione arbitrale (e il conseguente pari tecnico) per una lieve ferita alla fronte quando il match non era praticamente ancora iniziato, nell’ottobre successivo a Ferrara.

La contesa tra Mazzoni ed Esposito si presenta molto equilibrata ed incerta. Il toscano, allenato da Leonardo Turchi, è molto alto per la categoria e sovrasta di diversi centimetri il lombardo. E’ mobile sulle gambe e si affida soprattutto al lungo jab sinistro, a cui fa seguire un destro non potente ma spesso preciso, in diretto e montante. Esposito, seguito dal tecnico Vincenzo Ciotoli, è più aggressivo e cerca costantemente la corta distanza, pur non essendo anch’egli in possesso del colpo da ko. Tutto fa pensare ad un conclusione ai punti, ma non ci sarebbe da stupirsi molto se invece il combattimento finisse prima dell’ultimo gong, tenendo conto che le loro notevoli diversità tecniche e fisiche esporrà entrambi a rischi di ferite e di colpi d’incontro. Insomma, un buon match che dovrebbe risultare gradevole e interessante per il pubblico piacentino.

E’ chiaro che per l’over-30 Giacomo Mazzoni soprattutto, ma pure per Michele Esposito, i dieci round tricolori risulteranno determinanti sul futuro delle rispettive carriere, dal momento che pur non essendo pugilisticamente anziani, non sono più neppure giovanissimi e una battuta d’arresto potrebbe relegare chi ne sarà vittima nella schiera di coloro a cui non resta più molto tempo per arrampicarsi sul trono nazionale. Un “fuori o dentro” che aggiungerà ulteriore sale al combattimento, tutto a vantaggio del pubblico.

 

Negli incontri di contorno, il giovane e imbattuto mosca toscano-marocchino Mohammed Obbadi (9-0-0; 7 ko) affronterà il 43enne collaudatore ungherese Csaba Stir (1-8-3), il 24enne supermedio romeno-piacentino Gheorge Sabau (10-2-0) si batterà con l’altro ungherese 21enne Joszef Racz (6-9-0) e il welter Dario Morello (4-0-0) se la vedrà con Giuseppe Rauseo (2-23-3).

In apertura, il mediomassimo parmense Stefano Failla (2-3-3) incontrerà il tunisino-mantovano Jamel Haddaji (6-5-1).

Fonte: http://news.boxeringweb.net/

Michele Esposito domani sera ritenta la conquista del titolo italiano dei welter a Piacenza

esposito Miche ele a forza coraggio2

Michele Esposito  ci  riprova.  Ha solo  undici match ,nel suo palmares da professionista , ed è alla seconda esperienza per un titolo italiano.  A dir la verità il primo tentativo  è stato  quasi da record. Contro l’allora campione Caccia, a Ferrara lo scorso ottobre, il match durò solo due minuti e otto secondi   perchè Michele si feri’ alla fronte  e il match  fu interrotto  e sancito da un verdetto di parità  come da regolamento.

A Piacenza domani sera , nella riunione promossa dalla Boxe Loreni , seconda  sfida  tricolore  per il vacante  tricolore dei welter con un’altro pugile molto più esperto di lui  il toscano Giacomo Mazzoni .

Per preparare al meglio questo incontro  Michele si è preso un periodo di aspettativa dal lavoro e ora è pronto e molto determinato :

– Mi sono allenato alla Forza & Coraggio di Milano sotto la guida del mio maestro di sempre  Vincenzo Ciotoli.  Ho vissuto  questo periodo di preparazione  molto bene  e credo di presentarmi sul ring di  Piacenza al massimo della forma. Ciotoli non ha trascurato nulla  in fatto di lavoro sia sotto il piano fisico che tecnico.

Devo dire che  in palestra  mi hanno aiutato in tanti a fare ritmo e velocità e ho avuto l’opportunità di   fare esperienza di sparring con un campione come  Michele Di Rocco . E’ stata  veramente una parentesi importante della mia preparazione perchè in fatto di tecnica Di Rocco e  un campione a tutto tondo. Sono in peso e anche le rifiniture fatte  in questi ultimi giorni hanno soddisfatto il mio maestro.   –

BRW-  Proprio sotto il profilo tecnico il match non si presenta di facile lettura . Mazzoni è alto  con braccia molto lunghe  e sarai  costretto ad attaccarlo :

ESPOSITO–  Il mio pugilato mi porta sempre all’offensiva , quindi non sarà un match diverso dal solito. Poteva essere quello con Caccia  ma è durato solo un paio di minuti  e quindi non ho potuto trarre  esperienza dalla sfida . Domani sera  combatterò con un pugile più alto che si muove sempre e colpisce preferibilmente   dalla lunga e media distanza . Mi sono preparato per tagliargli la strada. Sul piano fisico Mazzoni ha diversi vantaggi ma  io conto  molto sulla mia voglia di vincere . Devo trovare la distanza giusta per mettere i miei colpi più pesanti specialmente il destro e  fare un  buon lavoro al corpo ,poi  vediamo come reagisce-

BRW – Anche a livello di esperienza  Mazzoni  è più rodato tu non hai mai combattuto oltre le sei riprese :

ESPOSITO – E vero ma il maestro Ciotoli mi ha fatto lavorare molto sulla distanza . Sotto questo profilo mi sento veramente tranquillo . Sono in grado di tenere alto il ritmo per tutta la gara e  ho veramente forti motivazioni  che mi spingeranno a dare il massimo. Mi rendo conto che vincere a Piacenza significa  proiettare vero l’alto la mia carriera . Vorrei farlo anche per i miei genitori  Luisa e Nino che mi seguono  ovunque con grande affetto e sono i miei primi tifosi.

Fonte: http://news.boxeringweb.net/

Il 27 maggio a Piacenza la sfida valida per il tricolore vacante dei welter Tra Giacomo Mazzoni e Michele Esposito

Mazzoni Giacomo vs Esposito Michele

A Piacenza presso il Palasport di Via Alberici  il prossimo 27 maggio  la Boxe Loreni  organizza la sfida valida per il titolo italiano dei pesi welter vacante.

Incroceranno i guantoni il 34enne toscano Giacomo Mazzoni ( 12.4.1) e il lombardo Michele Esposito.

Per Mazzoni sarà il secondo assalto tricolore dopo aver fallito il primo contro Caccia lo scorso luglio al Teatro Principe di Milano. Anche per   Esposito sarà il secondo tentativo. Michele ha pareggiato ,sempre con Caccia, lo scorso ottobre a Ferrara.

La diretta del match a cura di Sportitalia

Fonte: http://news.boxeringweb.net/

Moscatiello conserva il titolo con un drammatico finale

Milano, 5 dicembre 2014 – La riapertura del Teatro Principe al pugilato è stata propiziata da un confronto intenso tra Antonio “Big” Moscatiello e Riccardo “Pimienta” Pintaudi, nella sfida ufficiale valevole per il titolo italiano dei pesi welter. Purtroppo l’epilogo, giunto a 10 secondi della decima ripresa, non è stato benigno rispetto all’andamento del confronto. Continua a leggere