Al Teatro Principe di Milano Caccia batte Del Vecchio di stretta misura

Il match event del Teatro Principe di Viale  Bligny, nella riunione organizzata della Opi Gym e dalla Opi Since 82, prometteva emozioni e così è stato.
Davanti ad un pubblico che ha gremito ogni ordine di posti, l’ex campione italiano dei welter Alessandro Caccia (16-1-1) ha battutoEdoardo Del Vecchio (7-3), dopo un match combattutissimo cadenzato dagli applausi del pubblico. Inizio veemente di Del Vecchio che ha messo al tappeto il ferrarese con un preciso colpo.  L’allievo del maestro Ciotoli è sembrato molto determinato e concreto e Caccia ha iniziato a  risalire solo alla terza ripresa, quando ha colpito con un duro destro l’avversario. Poi il match si è sviluppato secondo i canoni previsti, dove l’esperienza di Caccia ha fatto la differenza assieme ai suoi destri. Vittoria per Caccia. ma Del Vecchio scende dal ring a testa alta .
Nei supermedi, il 22enne piemontese Ivan Zucco ha  battuto nettamente ai punti il giovane serbo Stefan Paunovc. Nei superpiuma,Osvaldo Gagliardi ha pareggiato con  Andrea  Sito dopo un match piacevole e molto combattuto. Il 76 kg. milanese Riccardo Merafinaha dominato e messo ko al primo round  il 27enne serbo Jovan Stojilikovic.

Fonte: http://www.boxeringweb.net

Michele Esposito al Teatro Principe

Sabato 27 maggio la Principe Boxing Events e la Opi Since 82 organizzeranno la diciannovesima manifestazione di pugilato professionistico al teatro Principe di Milano. Nel clou, l’imbattuto peso welter Maxim Prodan (10 vittorie consecutive prima del limite) affronterà il panamense Manuel Largacha (8 vittorie, 5 sconfitte e 3 pareggi) sulla distanza delle otto riprese. Una sfida che promette scintille è quella tra l’ex campione d’Italia dei pesi welter Michele Esposito (9-3-1- nella foto con il trainer Vincenzo  Ciotoli ) e Giovanni D’Antoni (8-7-2) sulla distanza delle 6 riprese. Michele combatterà per la prima volta sul ring di Viale Bligny 52, ma gli appassionati di pugilato milanesi lo conoscono bene perché si allena alla palestra Forza e Coraggio in Via Gallura 8.

“Vengo a Milano tre volte alla settimana per allenarmi con il maestro Vincenzo Ciotoli, che si occupa anche di studiare i video dei miei avversari – spiega Michele – ed elaborare la strategia giusta per neutralizzare i loro punti di forza. So che contro Giovanni D’Antoni dovrò fare un gran match perché è un pugile esperto che inizia subito attaccando. L’ho visto combattere una sola volta e mi ricordo che subito dopo il gong aggredì l’avversario. Anch’io sono un attaccante e quindi sono sicuro che il nostro combattimento piacerà al pubblico del teatro Principe. I miei pugili preferiti sono i picchiatori come Miguel Angel Cotto, Canelo Alvarez e Gennady Golovkin. Li seguo su You Tube. Mi piace guardare i grandi incontri che hanno fatto la storia della boxe, anche quelli degli anni 30 del secolo scorso.”

Nato a Varese il 28 gennaio 1986, alto 174 cm, professionista dal giugno 2012, Michele Esposito è stato campione d’Italia dei pesi welter dal 27 maggio 2016 al 3 marzo 2017. Ha vinto il titolo battendo Giacomo Mazzoni, a Piacenza, per knock out tecnico al nono round e lo ha perso ai punti contro Tobia Loriga a Crotone.

“Ho spedito Mazzoni due volte al tappeto nel corso della prima ripresa – commenta Michele – e mi aspettavo di chiudere rapidamente, ma lui si è rialzato, ha recuperato nel minuto di intervallo e si è difeso bene riuscendo anche a mettere a segno qualche buon colpo fino al nono round quando l’ho atterrato definitivamente con un gancio destro. E’ stato un bel match, anche per gli spettatori. Non mi va giù la sconfitta contro Tobia Loriga per le circostanze in cui è maturata: l’incontro è stato fermato al quinto round a causa di una testata che mi ha impedito di proseguire, i cartellini erano 49-48 e 49-47 in favore di Loriga e 49-47 per me. Mancavano ancora cinque riprese, ero sicuro di conservare la cintura. Vorrei la rivincita, anche domani. Il combattimento più duro è stato quello contro Giammario Grassellini il 6 dicembre 2014 a Bellaria. Era il mio ottavo match, per Grassellini era il trentesimo. Nel corso della seconda ripresa, Grassellini mi colpisce con una testata ed inizio a sanguinare. Il sangue mi scorre sugli occhi per le successive quattro riprese. Nonostante questo, tengo duro fino all’ultimo gong e vinco ai punti.”

Il 27 maggio al teatro Principe nel sottoclou combatteranno anche il peso welter Edoardo Del Vecchio (5-2), il peso superwelter Nicholas Esposito (3-0) e il debuttante peso superleggero Donatello Perrulli. Prima dei cinque incontri professionistici, il pubblico potrà ammirare in azione i dilettanti delle palestre di Milano.

Fonte: http://www.boxeringweb.net

Michele Esposito della Forza e Coraggio Boxe Milano è campione italiano dei pesi welter

Sono felice per il mio pugile Michele Esposito, per tutti i sacrifici che ha fatto e che solo noi conosciamo sino in fondo. Non si è mai tirato indietro e ha sempre lavorato, fidandosi di me. Sei Campione d’Italia con grande merito, sono fiero di te.
Grazie a Mario Loreni che ha organizzato dandoci questa opportunità, e sappiamo bene che oggi non è facile.
Grazie a tutti i tifosi di Varese che ci hanno seguito a Piacenza e ai nostri pugili ed amatori della Forza e Coraggio, anche loro accorsi in massa da Milano.
Grazie a Michele Di Rocco, a Franco Cherchi, a Gianluca Fezza, a Edoardo Del Vecchio, che ci hanno fatto crescere è allenato facendo sparring. Ai pugili della Forza e Coraggio. Al nostro super fotografo Samuele Pellecchia che è arrivato in moto!!
Grazie ai nostri bravissimi uomini d’angolo (dove tutto ha funzionato coi tempi giusti ) Marco Di Fronzo e Pietro Limido e al cutman Massimo Brognara.
Grazie a Mazzoni Giacomo degno avversario.
E infine grazie a me per essermi regalato questa felicità. Dopo Antonio Moscatiello,  sono riuscito a portare sul tetto d’Italia e a rivincere il titolo nella categoria più difficile e affollata, quella dei pesi welter.
Scusate, e non me ne vogliano, se nei ringraziamenti avrò dimenticato qualcuno.

Il titolo di Michele Esposito è stato trasmesso da Sportitalia canale 153 del digitale, alle ore 24.

Per festeggiare lunedì 6 giugno un aperitivo in compagnia di Michele, ore 18 presso la Forza e Coraggio Boxe Milano!

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Fabbrica dei pesi welter….

Sono trascorsi solamente due anni da quel 20 giugno del 2014 quando a Piacenza Antonio Moscatiello vinse il titolo d’Italia dei pesi welter, battendo per Ko alla 3a ripresa Paolo Lazzari. Oggi siamo nuovamente qui a festeggiare la conquista dello stesso titolo nei pesi welter, la categoria piu’ affollata e difficile del panorama professionistico italiano.
Michele Esposito ci ha regalato una vittoria, anche lui in quel di Piacenza, anche lui prima del limite (Kot  alla 9a ripresa) riportando alla Forza e Coraggio quella cintura che ormai sembra essere di casa da queste parti. Ha dimostrato forza, cuore, carattere ed una notevole crescita tecnica.
Una storia di sacrifici, una scommessa sulla propria carriera quella del pugile varesino, in un momento in cui è difficile fare pugilato in Italia e dove le borse non consentono di praticare solamente la boxe. Bisogna lavorare. Alzarsi alle 4.30 di mattina per allenarsi, andare al lavoro, e allenarsi nuovamente venendo a Milano, per affidarsi alle “cure” del Maestro Vincenzo Ciotoli, che lo segue da quando è passato al professionismo. Un legame molto forte con il suo insegnante, perchè se è vero che il pugile fa dei sacrifici, questo è altrettanto vero per il suo Maestro, si vive in simbiosi.
Dice Ciotoli :” Il match lo avevamo preparato bene, nei minimi particolari, provando e riprovando in palestra situazioni e combinazioni, che poi sono state quelle che hanno risolto il combattimento. Mazzoni io lo conoscevo per averlo già affrontato con Moscatiello, quindi il lavoro e la strategia sono stati pianificati a tavolino. In piu’ abbiamo fatto sparring con Michele Di Rocco, Gianluca Frezza, Edoardo Del Vecchio, tre professionisti con stili e modi di combattere diversi tra loro. Ero molto fiducioso nella vittoria e sono molto felice per aver conquistato per due volte, con pugili diversi, ma nella stessa categoria di peso, il Titolo d’Italia. Un piccolo record.”
L’esperienza che i due vivono all’angolo nel ring unisce come non mai. “ Durante il match contro Mazzoni, alla 8a ripresa il mio Maestro mi ha scrollato, ha dichiarato Esposito : …”ti stai addormentando, gli stai lasciando la possibilità di rientrare, di rendersi pericoloso. Vai dentro e chiudi il match”e cosi ho fatto, ho seguito alla lettera le indicazioni del mio coach. Sono Campione d’Italia, un sogno che si è realizzato e ancora non ci credo!!”
Per tutti noi della Forza e Coraggio Boxe Milano un motivo in piu’ per essere orgogliosi, per esaltare il senso di appartenenza a questa Famiglia. Gran parte dei compagni di palestra, agonisti ed amatori erano presenti sulle tribune del Palazzetto di Piacenza per incitare Michele, un tifo infernale assieme ai sostenitori (circa duecento n.d.r.) accorsi da Varese. Una serata che per noi resterà indimenticabile.
Passata l’ euforia adesso si ricomincia a lavorare, a sudare e faticare in palestra, e se vale il proverbio “..non c’è due senza tre….”
I pesi welter sono avvisati…..
Forza e Coraggio 1870 Boxe Milano