Michele Esposito determinato a riprendersi domani il Tricolore dei welter

Michele Esposito rivuole quel titolo italiano dei welter perso in un altro marzo (2017) quando, in una serata sfortunata, una ferita gli impedì di terminare il match contro Loriga, a Crotone.

Domani sera ci riprova con una nuova verve, un nuovo manager, contro un nuovo avversario. A Cernusco sul Naviglio, nella proposta di Mario Loreni, “The Machine Man”  Michele si batte contro Nicola Cristofori. Combatte praticamente in casa. Da Varese verranno in tanti per applaudirlo e lui non vuole deludere i suoi fan:

Risultati immagini per Michele Esposito  campione italiano  boxer Photos

“Ho avuto solo 25 giorni per prepararmi, ma li ho fatti bastare. La posta è molto importante per me e ho lavorato con il massimo impegno. Negli ultimi mesi ho frequentato giornalmente la palestra, quindi fisicamente mi sentivo pronto e ho accettato subito la proposta. Era una occasione da non perdere e anche il mio maestro Vincenzo Ciotoli era d’accordo. La preparazione è stata breve, ma abbiamo sfruttato ogni minuto.  Fondo, tempo, esplosività sono stati ben distribuiti e i test-match che abbiamo fatto nella mia palestra Forza & Coraggio e alla Opy Gym sono stati tutti positivi. Sono veramente soddisfatto”.

Il tuo avversario Cristofori è guardia destra tecnico, dotato di mobilità e colpo d’occhio;  come pensi di affrontarlo?

“Ciotoli ha preparato un disegno tattico molto accurato, che domani dovrò mettere in pratica minuziosamente. Combatto contro un mancino e ho disputato decine e decine di riprese di sparring con avversari di quella guardia. Lui è un tipo sfuggente, che cercherà di prendermi il tempo, ma io risponderò con i miei punti di forza, che sono il ritmo e le fasi d’attacco”.

Come hai ammortizzato la sconfitta con Loriga?

“Con il lavoro e con la ricerca di nuovi stimoli. La ferita che mi ha messo fuori causa non era pericolosa. Per suturarla sono bastati due o tre punti. Purtroppo usciva parecchio sangue ed è stata per questo considerata pericolosa. Il match era tutto da giocare e non pensavo nemmeno di essere in svantaggio ai punti, ma ho dovuto farmene una ragione. Ora  mi sono affidato al manager Cristian Cherchi e quindi riparto verso nuovi percorsi. Spero di combattere spesso e magari per un titolo internazionale, ma prima devo vincere a Cernusco. Per me, quello con Cristofori, sarà un gran bel duello. Un tecnico contro un fighter. La miscela è quella giusta”.

Avrai l’appoggio di molti tifosi in arrivo da Varese…

“In effetti, dovrebbero partire un pullman e tante autovetture. Sono molto motivato da questo e farò di tutto per vincere. Mi conforta avere all’angolo il mio maestro di sempre  Vincenzo Ciotoli e il preparatore atletico Iuri Norcini. Se ci saranno correzioni tecnico-tattiche durante il match, mi consiglieranno per il meglio. Voglio disputare un combattimento ad alta intensità e riprendermi quel titolo che ho perso per sfortuna”.

Fonte: http://www.boxeringweb.net

Pugilato: Del Vecchio VS Caccia alla conquista del titolo italiano

Un’altra data importante per la Forza e Coraggio Boxe Milano. Dopo il titolo d’italia di Michele Esposito il prossimo 16 Marzo, il nostro peso welter Edoardo Del Vecchio affronterà sulla distanza delle sei riprese, Alessandro Caccia Match valido come vera e propria semifinale al titolo italiano dei pesi welter. Un incontro molto difficile e pieno di incertezza, ma altrettanto importante per le ambizioni future del nostro pugile. Vi aspettiamo numerosi il 25 marzo al Teatro Principe di Milano. Sarà una battaglia!!

Del Vecchio boxe Forza e Coraggio Milano

Michele Esposito della Forza e Coraggio Boxe Milano è campione italiano dei pesi welter

Sono felice per il mio pugile Michele Esposito, per tutti i sacrifici che ha fatto e che solo noi conosciamo sino in fondo. Non si è mai tirato indietro e ha sempre lavorato, fidandosi di me. Sei Campione d’Italia con grande merito, sono fiero di te.
Grazie a Mario Loreni che ha organizzato dandoci questa opportunità, e sappiamo bene che oggi non è facile.
Grazie a tutti i tifosi di Varese che ci hanno seguito a Piacenza e ai nostri pugili ed amatori della Forza e Coraggio, anche loro accorsi in massa da Milano.
Grazie a Michele Di Rocco, a Franco Cherchi, a Gianluca Fezza, a Edoardo Del Vecchio, che ci hanno fatto crescere è allenato facendo sparring. Ai pugili della Forza e Coraggio. Al nostro super fotografo Samuele Pellecchia che è arrivato in moto!!
Grazie ai nostri bravissimi uomini d’angolo (dove tutto ha funzionato coi tempi giusti ) Marco Di Fronzo e Pietro Limido e al cutman Massimo Brognara.
Grazie a Mazzoni Giacomo degno avversario.
E infine grazie a me per essermi regalato questa felicità. Dopo Antonio Moscatiello,  sono riuscito a portare sul tetto d’Italia e a rivincere il titolo nella categoria più difficile e affollata, quella dei pesi welter.
Scusate, e non me ne vogliano, se nei ringraziamenti avrò dimenticato qualcuno.

Il titolo di Michele Esposito è stato trasmesso da Sportitalia canale 153 del digitale, alle ore 24.

Per festeggiare lunedì 6 giugno un aperitivo in compagnia di Michele, ore 18 presso la Forza e Coraggio Boxe Milano!

Questa presentazione richiede JavaScript.

La Fabbrica dei pesi welter….

Sono trascorsi solamente due anni da quel 20 giugno del 2014 quando a Piacenza Antonio Moscatiello vinse il titolo d’Italia dei pesi welter, battendo per Ko alla 3a ripresa Paolo Lazzari. Oggi siamo nuovamente qui a festeggiare la conquista dello stesso titolo nei pesi welter, la categoria piu’ affollata e difficile del panorama professionistico italiano.
Michele Esposito ci ha regalato una vittoria, anche lui in quel di Piacenza, anche lui prima del limite (Kot  alla 9a ripresa) riportando alla Forza e Coraggio quella cintura che ormai sembra essere di casa da queste parti. Ha dimostrato forza, cuore, carattere ed una notevole crescita tecnica.
Una storia di sacrifici, una scommessa sulla propria carriera quella del pugile varesino, in un momento in cui è difficile fare pugilato in Italia e dove le borse non consentono di praticare solamente la boxe. Bisogna lavorare. Alzarsi alle 4.30 di mattina per allenarsi, andare al lavoro, e allenarsi nuovamente venendo a Milano, per affidarsi alle “cure” del Maestro Vincenzo Ciotoli, che lo segue da quando è passato al professionismo. Un legame molto forte con il suo insegnante, perchè se è vero che il pugile fa dei sacrifici, questo è altrettanto vero per il suo Maestro, si vive in simbiosi.
Dice Ciotoli :” Il match lo avevamo preparato bene, nei minimi particolari, provando e riprovando in palestra situazioni e combinazioni, che poi sono state quelle che hanno risolto il combattimento. Mazzoni io lo conoscevo per averlo già affrontato con Moscatiello, quindi il lavoro e la strategia sono stati pianificati a tavolino. In piu’ abbiamo fatto sparring con Michele Di Rocco, Gianluca Frezza, Edoardo Del Vecchio, tre professionisti con stili e modi di combattere diversi tra loro. Ero molto fiducioso nella vittoria e sono molto felice per aver conquistato per due volte, con pugili diversi, ma nella stessa categoria di peso, il Titolo d’Italia. Un piccolo record.”
L’esperienza che i due vivono all’angolo nel ring unisce come non mai. “ Durante il match contro Mazzoni, alla 8a ripresa il mio Maestro mi ha scrollato, ha dichiarato Esposito : …”ti stai addormentando, gli stai lasciando la possibilità di rientrare, di rendersi pericoloso. Vai dentro e chiudi il match”e cosi ho fatto, ho seguito alla lettera le indicazioni del mio coach. Sono Campione d’Italia, un sogno che si è realizzato e ancora non ci credo!!”
Per tutti noi della Forza e Coraggio Boxe Milano un motivo in piu’ per essere orgogliosi, per esaltare il senso di appartenenza a questa Famiglia. Gran parte dei compagni di palestra, agonisti ed amatori erano presenti sulle tribune del Palazzetto di Piacenza per incitare Michele, un tifo infernale assieme ai sostenitori (circa duecento n.d.r.) accorsi da Varese. Una serata che per noi resterà indimenticabile.
Passata l’ euforia adesso si ricomincia a lavorare, a sudare e faticare in palestra, e se vale il proverbio “..non c’è due senza tre….”
I pesi welter sono avvisati…..
Forza e Coraggio 1870 Boxe Milano

Michele Esposito domani sera ritenta la conquista del titolo italiano dei welter a Piacenza

esposito Miche ele a forza coraggio2

Michele Esposito  ci  riprova.  Ha solo  undici match ,nel suo palmares da professionista , ed è alla seconda esperienza per un titolo italiano.  A dir la verità il primo tentativo  è stato  quasi da record. Contro l’allora campione Caccia, a Ferrara lo scorso ottobre, il match durò solo due minuti e otto secondi   perchè Michele si feri’ alla fronte  e il match  fu interrotto  e sancito da un verdetto di parità  come da regolamento.

A Piacenza domani sera , nella riunione promossa dalla Boxe Loreni , seconda  sfida  tricolore  per il vacante  tricolore dei welter con un’altro pugile molto più esperto di lui  il toscano Giacomo Mazzoni .

Per preparare al meglio questo incontro  Michele si è preso un periodo di aspettativa dal lavoro e ora è pronto e molto determinato :

– Mi sono allenato alla Forza & Coraggio di Milano sotto la guida del mio maestro di sempre  Vincenzo Ciotoli.  Ho vissuto  questo periodo di preparazione  molto bene  e credo di presentarmi sul ring di  Piacenza al massimo della forma. Ciotoli non ha trascurato nulla  in fatto di lavoro sia sotto il piano fisico che tecnico.

Devo dire che  in palestra  mi hanno aiutato in tanti a fare ritmo e velocità e ho avuto l’opportunità di   fare esperienza di sparring con un campione come  Michele Di Rocco . E’ stata  veramente una parentesi importante della mia preparazione perchè in fatto di tecnica Di Rocco e  un campione a tutto tondo. Sono in peso e anche le rifiniture fatte  in questi ultimi giorni hanno soddisfatto il mio maestro.   –

BRW-  Proprio sotto il profilo tecnico il match non si presenta di facile lettura . Mazzoni è alto  con braccia molto lunghe  e sarai  costretto ad attaccarlo :

ESPOSITO–  Il mio pugilato mi porta sempre all’offensiva , quindi non sarà un match diverso dal solito. Poteva essere quello con Caccia  ma è durato solo un paio di minuti  e quindi non ho potuto trarre  esperienza dalla sfida . Domani sera  combatterò con un pugile più alto che si muove sempre e colpisce preferibilmente   dalla lunga e media distanza . Mi sono preparato per tagliargli la strada. Sul piano fisico Mazzoni ha diversi vantaggi ma  io conto  molto sulla mia voglia di vincere . Devo trovare la distanza giusta per mettere i miei colpi più pesanti specialmente il destro e  fare un  buon lavoro al corpo ,poi  vediamo come reagisce-

BRW – Anche a livello di esperienza  Mazzoni  è più rodato tu non hai mai combattuto oltre le sei riprese :

ESPOSITO – E vero ma il maestro Ciotoli mi ha fatto lavorare molto sulla distanza . Sotto questo profilo mi sento veramente tranquillo . Sono in grado di tenere alto il ritmo per tutta la gara e  ho veramente forti motivazioni  che mi spingeranno a dare il massimo. Mi rendo conto che vincere a Piacenza significa  proiettare vero l’alto la mia carriera . Vorrei farlo anche per i miei genitori  Luisa e Nino che mi seguono  ovunque con grande affetto e sono i miei primi tifosi.

Fonte: http://news.boxeringweb.net/

Pari tecnico tra Esposito e Caccia. Michele si è ferito con una testata involontaria. Un taglio che non era assolutamente pericoloso per il proseguo del match.
Morale: Caccia rimane campione e noi che avevamo cominciato alla grande… siamo senza parole. Grazie a tutti i tifosi della Forza e Coraggio Boxe Milano che ci hanno seguito sino qui.
Forza e Coraggio!

Questa presentazione richiede JavaScript.