Michele Esposito determinato a riprendersi domani il Tricolore dei welter

Michele Esposito rivuole quel titolo italiano dei welter perso in un altro marzo (2017) quando, in una serata sfortunata, una ferita gli impedì di terminare il match contro Loriga, a Crotone.

Domani sera ci riprova con una nuova verve, un nuovo manager, contro un nuovo avversario. A Cernusco sul Naviglio, nella proposta di Mario Loreni, “The Machine Man”  Michele si batte contro Nicola Cristofori. Combatte praticamente in casa. Da Varese verranno in tanti per applaudirlo e lui non vuole deludere i suoi fan:

Risultati immagini per Michele Esposito  campione italiano  boxer Photos

“Ho avuto solo 25 giorni per prepararmi, ma li ho fatti bastare. La posta è molto importante per me e ho lavorato con il massimo impegno. Negli ultimi mesi ho frequentato giornalmente la palestra, quindi fisicamente mi sentivo pronto e ho accettato subito la proposta. Era una occasione da non perdere e anche il mio maestro Vincenzo Ciotoli era d’accordo. La preparazione è stata breve, ma abbiamo sfruttato ogni minuto.  Fondo, tempo, esplosività sono stati ben distribuiti e i test-match che abbiamo fatto nella mia palestra Forza & Coraggio e alla Opy Gym sono stati tutti positivi. Sono veramente soddisfatto”.

Il tuo avversario Cristofori è guardia destra tecnico, dotato di mobilità e colpo d’occhio;  come pensi di affrontarlo?

“Ciotoli ha preparato un disegno tattico molto accurato, che domani dovrò mettere in pratica minuziosamente. Combatto contro un mancino e ho disputato decine e decine di riprese di sparring con avversari di quella guardia. Lui è un tipo sfuggente, che cercherà di prendermi il tempo, ma io risponderò con i miei punti di forza, che sono il ritmo e le fasi d’attacco”.

Come hai ammortizzato la sconfitta con Loriga?

“Con il lavoro e con la ricerca di nuovi stimoli. La ferita che mi ha messo fuori causa non era pericolosa. Per suturarla sono bastati due o tre punti. Purtroppo usciva parecchio sangue ed è stata per questo considerata pericolosa. Il match era tutto da giocare e non pensavo nemmeno di essere in svantaggio ai punti, ma ho dovuto farmene una ragione. Ora  mi sono affidato al manager Cristian Cherchi e quindi riparto verso nuovi percorsi. Spero di combattere spesso e magari per un titolo internazionale, ma prima devo vincere a Cernusco. Per me, quello con Cristofori, sarà un gran bel duello. Un tecnico contro un fighter. La miscela è quella giusta”.

Avrai l’appoggio di molti tifosi in arrivo da Varese…

“In effetti, dovrebbero partire un pullman e tante autovetture. Sono molto motivato da questo e farò di tutto per vincere. Mi conforta avere all’angolo il mio maestro di sempre  Vincenzo Ciotoli e il preparatore atletico Iuri Norcini. Se ci saranno correzioni tecnico-tattiche durante il match, mi consiglieranno per il meglio. Voglio disputare un combattimento ad alta intensità e riprendermi quel titolo che ho perso per sfortuna”.

Fonte: http://www.boxeringweb.net

Pugilato: Del Vecchio VS Caccia alla conquista del titolo italiano

Un’altra data importante per la Forza e Coraggio Boxe Milano. Dopo il titolo d’italia di Michele Esposito il prossimo 16 Marzo, il nostro peso welter Edoardo Del Vecchio affronterà sulla distanza delle sei riprese, Alessandro Caccia Match valido come vera e propria semifinale al titolo italiano dei pesi welter. Un incontro molto difficile e pieno di incertezza, ma altrettanto importante per le ambizioni future del nostro pugile. Vi aspettiamo numerosi il 25 marzo al Teatro Principe di Milano. Sarà una battaglia!!

Del Vecchio boxe Forza e Coraggio Milano

Michele Esposito al Teatro Principe

Sabato 27 maggio la Principe Boxing Events e la Opi Since 82 organizzeranno la diciannovesima manifestazione di pugilato professionistico al teatro Principe di Milano. Nel clou, l’imbattuto peso welter Maxim Prodan (10 vittorie consecutive prima del limite) affronterà il panamense Manuel Largacha (8 vittorie, 5 sconfitte e 3 pareggi) sulla distanza delle otto riprese. Una sfida che promette scintille è quella tra l’ex campione d’Italia dei pesi welter Michele Esposito (9-3-1- nella foto con il trainer Vincenzo  Ciotoli ) e Giovanni D’Antoni (8-7-2) sulla distanza delle 6 riprese. Michele combatterà per la prima volta sul ring di Viale Bligny 52, ma gli appassionati di pugilato milanesi lo conoscono bene perché si allena alla palestra Forza e Coraggio in Via Gallura 8.

“Vengo a Milano tre volte alla settimana per allenarmi con il maestro Vincenzo Ciotoli, che si occupa anche di studiare i video dei miei avversari – spiega Michele – ed elaborare la strategia giusta per neutralizzare i loro punti di forza. So che contro Giovanni D’Antoni dovrò fare un gran match perché è un pugile esperto che inizia subito attaccando. L’ho visto combattere una sola volta e mi ricordo che subito dopo il gong aggredì l’avversario. Anch’io sono un attaccante e quindi sono sicuro che il nostro combattimento piacerà al pubblico del teatro Principe. I miei pugili preferiti sono i picchiatori come Miguel Angel Cotto, Canelo Alvarez e Gennady Golovkin. Li seguo su You Tube. Mi piace guardare i grandi incontri che hanno fatto la storia della boxe, anche quelli degli anni 30 del secolo scorso.”

Nato a Varese il 28 gennaio 1986, alto 174 cm, professionista dal giugno 2012, Michele Esposito è stato campione d’Italia dei pesi welter dal 27 maggio 2016 al 3 marzo 2017. Ha vinto il titolo battendo Giacomo Mazzoni, a Piacenza, per knock out tecnico al nono round e lo ha perso ai punti contro Tobia Loriga a Crotone.

“Ho spedito Mazzoni due volte al tappeto nel corso della prima ripresa – commenta Michele – e mi aspettavo di chiudere rapidamente, ma lui si è rialzato, ha recuperato nel minuto di intervallo e si è difeso bene riuscendo anche a mettere a segno qualche buon colpo fino al nono round quando l’ho atterrato definitivamente con un gancio destro. E’ stato un bel match, anche per gli spettatori. Non mi va giù la sconfitta contro Tobia Loriga per le circostanze in cui è maturata: l’incontro è stato fermato al quinto round a causa di una testata che mi ha impedito di proseguire, i cartellini erano 49-48 e 49-47 in favore di Loriga e 49-47 per me. Mancavano ancora cinque riprese, ero sicuro di conservare la cintura. Vorrei la rivincita, anche domani. Il combattimento più duro è stato quello contro Giammario Grassellini il 6 dicembre 2014 a Bellaria. Era il mio ottavo match, per Grassellini era il trentesimo. Nel corso della seconda ripresa, Grassellini mi colpisce con una testata ed inizio a sanguinare. Il sangue mi scorre sugli occhi per le successive quattro riprese. Nonostante questo, tengo duro fino all’ultimo gong e vinco ai punti.”

Il 27 maggio al teatro Principe nel sottoclou combatteranno anche il peso welter Edoardo Del Vecchio (5-2), il peso superwelter Nicholas Esposito (3-0) e il debuttante peso superleggero Donatello Perrulli. Prima dei cinque incontri professionistici, il pubblico potrà ammirare in azione i dilettanti delle palestre di Milano.

Fonte: http://www.boxeringweb.net