La Fabbrica dei pesi welter….

Sono trascorsi solamente due anni da quel 20 giugno del 2014 quando a Piacenza Antonio Moscatiello vinse il titolo d’Italia dei pesi welter, battendo per Ko alla 3a ripresa Paolo Lazzari. Oggi siamo nuovamente qui a festeggiare la conquista dello stesso titolo nei pesi welter, la categoria piu’ affollata e difficile del panorama professionistico italiano.
Michele Esposito ci ha regalato una vittoria, anche lui in quel di Piacenza, anche lui prima del limite (Kot  alla 9a ripresa) riportando alla Forza e Coraggio quella cintura che ormai sembra essere di casa da queste parti. Ha dimostrato forza, cuore, carattere ed una notevole crescita tecnica.
Una storia di sacrifici, una scommessa sulla propria carriera quella del pugile varesino, in un momento in cui è difficile fare pugilato in Italia e dove le borse non consentono di praticare solamente la boxe. Bisogna lavorare. Alzarsi alle 4.30 di mattina per allenarsi, andare al lavoro, e allenarsi nuovamente venendo a Milano, per affidarsi alle “cure” del Maestro Vincenzo Ciotoli, che lo segue da quando è passato al professionismo. Un legame molto forte con il suo insegnante, perchè se è vero che il pugile fa dei sacrifici, questo è altrettanto vero per il suo Maestro, si vive in simbiosi.
Dice Ciotoli :” Il match lo avevamo preparato bene, nei minimi particolari, provando e riprovando in palestra situazioni e combinazioni, che poi sono state quelle che hanno risolto il combattimento. Mazzoni io lo conoscevo per averlo già affrontato con Moscatiello, quindi il lavoro e la strategia sono stati pianificati a tavolino. In piu’ abbiamo fatto sparring con Michele Di Rocco, Gianluca Frezza, Edoardo Del Vecchio, tre professionisti con stili e modi di combattere diversi tra loro. Ero molto fiducioso nella vittoria e sono molto felice per aver conquistato per due volte, con pugili diversi, ma nella stessa categoria di peso, il Titolo d’Italia. Un piccolo record.”
L’esperienza che i due vivono all’angolo nel ring unisce come non mai. “ Durante il match contro Mazzoni, alla 8a ripresa il mio Maestro mi ha scrollato, ha dichiarato Esposito : …”ti stai addormentando, gli stai lasciando la possibilità di rientrare, di rendersi pericoloso. Vai dentro e chiudi il match”e cosi ho fatto, ho seguito alla lettera le indicazioni del mio coach. Sono Campione d’Italia, un sogno che si è realizzato e ancora non ci credo!!”
Per tutti noi della Forza e Coraggio Boxe Milano un motivo in piu’ per essere orgogliosi, per esaltare il senso di appartenenza a questa Famiglia. Gran parte dei compagni di palestra, agonisti ed amatori erano presenti sulle tribune del Palazzetto di Piacenza per incitare Michele, un tifo infernale assieme ai sostenitori (circa duecento n.d.r.) accorsi da Varese. Una serata che per noi resterà indimenticabile.
Passata l’ euforia adesso si ricomincia a lavorare, a sudare e faticare in palestra, e se vale il proverbio “..non c’è due senza tre….”
I pesi welter sono avvisati…..
Forza e Coraggio 1870 Boxe Milano