Stasera a Piacenza il vacante tricolore dei welter. Diretta su SportItalia a mezzanotte

PIACENZA2016LOCANDINA

Questa sera , sul ring del palasport di v.le Alberici a Piacenza, per l’organizzazione di Mario Loreni andrà in scena la sfida valevole per il vacante titolo italiano dei pesi welter tra il 34enne toscano di Lastra a Signa Giacomo Mazzoni (12-4-1; 1 ko) e il 30enne varesino Michele Esposito (8-2-1; 1 ko). I due cosfidanti si contenderanno la cintura lasciata vacante dal ferrarese Alessandro Caccia, impossibilitato a difenderla per ragioni personali, contro cui Mazzoni aveva perso per kot alla 1^ ripresa il 4 luglio dello scorso anno al Teatro Principe di Milano, mentre Esposito era stato tolto di gara dopo appena due minuti di lotta da una frettolosa decisione arbitrale (e il conseguente pari tecnico) per una lieve ferita alla fronte quando il match non era praticamente ancora iniziato, nell’ottobre successivo a Ferrara.

La contesa tra Mazzoni ed Esposito si presenta molto equilibrata ed incerta. Il toscano, allenato da Leonardo Turchi, è molto alto per la categoria e sovrasta di diversi centimetri il lombardo. E’ mobile sulle gambe e si affida soprattutto al lungo jab sinistro, a cui fa seguire un destro non potente ma spesso preciso, in diretto e montante. Esposito, seguito dal tecnico Vincenzo Ciotoli, è più aggressivo e cerca costantemente la corta distanza, pur non essendo anch’egli in possesso del colpo da ko. Tutto fa pensare ad un conclusione ai punti, ma non ci sarebbe da stupirsi molto se invece il combattimento finisse prima dell’ultimo gong, tenendo conto che le loro notevoli diversità tecniche e fisiche esporrà entrambi a rischi di ferite e di colpi d’incontro. Insomma, un buon match che dovrebbe risultare gradevole e interessante per il pubblico piacentino.

E’ chiaro che per l’over-30 Giacomo Mazzoni soprattutto, ma pure per Michele Esposito, i dieci round tricolori risulteranno determinanti sul futuro delle rispettive carriere, dal momento che pur non essendo pugilisticamente anziani, non sono più neppure giovanissimi e una battuta d’arresto potrebbe relegare chi ne sarà vittima nella schiera di coloro a cui non resta più molto tempo per arrampicarsi sul trono nazionale. Un “fuori o dentro” che aggiungerà ulteriore sale al combattimento, tutto a vantaggio del pubblico.

 

Negli incontri di contorno, il giovane e imbattuto mosca toscano-marocchino Mohammed Obbadi (9-0-0; 7 ko) affronterà il 43enne collaudatore ungherese Csaba Stir (1-8-3), il 24enne supermedio romeno-piacentino Gheorge Sabau (10-2-0) si batterà con l’altro ungherese 21enne Joszef Racz (6-9-0) e il welter Dario Morello (4-0-0) se la vedrà con Giuseppe Rauseo (2-23-3).

In apertura, il mediomassimo parmense Stefano Failla (2-3-3) incontrerà il tunisino-mantovano Jamel Haddaji (6-5-1).

Fonte: http://news.boxeringweb.net/