Michele Esposito domani sera ritenta la conquista del titolo italiano dei welter a Piacenza

esposito Miche ele a forza coraggio2

Michele Esposito  ci  riprova.  Ha solo  undici match ,nel suo palmares da professionista , ed è alla seconda esperienza per un titolo italiano.  A dir la verità il primo tentativo  è stato  quasi da record. Contro l’allora campione Caccia, a Ferrara lo scorso ottobre, il match durò solo due minuti e otto secondi   perchè Michele si feri’ alla fronte  e il match  fu interrotto  e sancito da un verdetto di parità  come da regolamento.

A Piacenza domani sera , nella riunione promossa dalla Boxe Loreni , seconda  sfida  tricolore  per il vacante  tricolore dei welter con un’altro pugile molto più esperto di lui  il toscano Giacomo Mazzoni .

Per preparare al meglio questo incontro  Michele si è preso un periodo di aspettativa dal lavoro e ora è pronto e molto determinato :

– Mi sono allenato alla Forza & Coraggio di Milano sotto la guida del mio maestro di sempre  Vincenzo Ciotoli.  Ho vissuto  questo periodo di preparazione  molto bene  e credo di presentarmi sul ring di  Piacenza al massimo della forma. Ciotoli non ha trascurato nulla  in fatto di lavoro sia sotto il piano fisico che tecnico.

Devo dire che  in palestra  mi hanno aiutato in tanti a fare ritmo e velocità e ho avuto l’opportunità di   fare esperienza di sparring con un campione come  Michele Di Rocco . E’ stata  veramente una parentesi importante della mia preparazione perchè in fatto di tecnica Di Rocco e  un campione a tutto tondo. Sono in peso e anche le rifiniture fatte  in questi ultimi giorni hanno soddisfatto il mio maestro.   –

BRW-  Proprio sotto il profilo tecnico il match non si presenta di facile lettura . Mazzoni è alto  con braccia molto lunghe  e sarai  costretto ad attaccarlo :

ESPOSITO–  Il mio pugilato mi porta sempre all’offensiva , quindi non sarà un match diverso dal solito. Poteva essere quello con Caccia  ma è durato solo un paio di minuti  e quindi non ho potuto trarre  esperienza dalla sfida . Domani sera  combatterò con un pugile più alto che si muove sempre e colpisce preferibilmente   dalla lunga e media distanza . Mi sono preparato per tagliargli la strada. Sul piano fisico Mazzoni ha diversi vantaggi ma  io conto  molto sulla mia voglia di vincere . Devo trovare la distanza giusta per mettere i miei colpi più pesanti specialmente il destro e  fare un  buon lavoro al corpo ,poi  vediamo come reagisce-

BRW – Anche a livello di esperienza  Mazzoni  è più rodato tu non hai mai combattuto oltre le sei riprese :

ESPOSITO – E vero ma il maestro Ciotoli mi ha fatto lavorare molto sulla distanza . Sotto questo profilo mi sento veramente tranquillo . Sono in grado di tenere alto il ritmo per tutta la gara e  ho veramente forti motivazioni  che mi spingeranno a dare il massimo. Mi rendo conto che vincere a Piacenza significa  proiettare vero l’alto la mia carriera . Vorrei farlo anche per i miei genitori  Luisa e Nino che mi seguono  ovunque con grande affetto e sono i miei primi tifosi.

Fonte: http://news.boxeringweb.net/