Due parole con Giulio Zito, laureato e neoprofessionista

Al palasport di Cassano Magnago, mi viene incontro il pugile Giulio Zito, che doveva disputare la semifinale dei Campionati Regionali contro Bonura, mi saluta e mi dice candidamente “stamattina mi sono laureato” come se fosse la cosa più normale di questo mondo. Mi complimento e gli prometto un articolo sul sito del Comitato Lombardo. Seppur con colpevole ritardo, mantengo ora la promessa fatta approfittando del fatto che Zito ha annunciato il suo ingresso nella Lega Pro Boxe come neoprofessionista.

Ci ricordi la data della tua laurea?

“Mi sono laureato il 15 novembre 2014 in economia e legislazione d’impresa nel corso triennale”.

 

Cosa riguardava la tesi discussa?

“La tesi riguardava i sistemi di programmazione e controllo e i benefici che  possono apportare alle piccole e medie imprese che lavorano per progetti”.

E’ stato difficile conciliare i tuoi studi con l’attività sportiva?

“Ovviamente conciliare lo studio e lo sport fatto ad alti livelli è sempre difficile soprattutto perché le università italiane, al contrario di quelle americane per esempio, non riconoscono e supportano gli atleti. Mi è capitato più volte di dover scegliere se affrontare sessioni d’esame o ritiri in nazionale perché le date si sovrapponevano. Scelte che non sono mai facili e che ti fanno fare dei sacrifici in una delle due carriere”.

Infatti, Zito ha accumulato solo quattro presenze in Nazionale ma, dato il suo valore, avrebbe potuto fare di più per la Nazionale di Bergamasco.

E adesso come ti senti e cosa fai?

“E’ stato comunque molto emozionante finire il percorso di studi, non solo perché il giorno della laurea coincideva con il giorno della semifinale dei campionati regionali assoluti, ma perché quel giorno ha segnato l’inizio della mia vita professionale. Oggi lavoro in uno studio di commercialisti dove svolgo la pratica e dove spero a breve potrò svolgere pienamente la professione”.

Dopo la laurea vera, Zito si è poi laureato campione regionale vincendo contro Bonura in semifinale ed Esposito in finale ma agli Assoluti è stato bloccato al secondo turno da una ferita.

Quindi stai continuando ad allenarti in palestra?

“Sì. Intanto la sera fuori dall’ufficio lavoro duramente con i maestri Vincenzo Ciotoli e Massimo Brognara del Royal Boxing Team per essere pronto all’esordio nel torneo Neopro della Lega Pro Boxe che avverrà nei prossimi mesi”.

Dopo 95 match da dilettante, attendiamo quindi con impazienza l’esordio da professionista del dottor Giulio Zito.

                                 Demetrio Romanò   

 

Tratto da: www.fpilombardia.it