Antonio Moscatiello a Radio Milan Inter: “Nel primo match, Mazzoni è stato molto aiutato”

Sabato 30 maggio, al teatro Principe di Milano, il campione d’Italia dei pesi welter Antonio Moscatiello (18 vittorie, 2 sconfitte e 1 pari) difenderà il titolo contro Giacomo Mazzoni (11-3-1). I due si sono già affrontati sulle 8 riprese il 18 luglio 2013 a Signa (Toscana) e la sfida si è conclusa con un pareggio che non ha soddisfatto nessuno. Intervistato dai giornalisti Beppe Vigani e Gabriele Cantella nel corso del programma “Calcio d’inizio”, venerdì 15 maggio alle 08.45, in diretta su Radio Milan Inter (96.100 FM in Lombardia), Antonio Moscatiello ha ribadito il suo punto di vista: “Neanche a Mazzoni il pari è andato giù, lui è convinto di aver vinto. Secondo me, lui è stato molto aiutato. Il 30 vedremo chi ha ragione. Mi sento benissimo, ho una gran voglia di fare il match. Potrei farlo anche adesso!”.

Moscatiello ha contribuito alla rinascita del teatro Principe combattendo contro Riccardo Pintaudi nel main event della prima manifestazione il 5 dicembre scorso. Rispondendo ad una domanda di Beppe Vigani, il campione d’Italia dei pesi welter ha voluto manifestare la propria stima per Pintaudi: “E’ stato un gran match perché Riccardo non ha mai legato. E non l’ho mai fatto nemmeno io. Quando un match diventa spettacolare? Quando l’avversario è egualmente forte ed accetta gli scambi… come ha fatto Riccardo”.

Moscatiello ha voluto dire la sua anche riguardo all’incontro del secolo: “Non è stato entusiasmante, ma a livello tecnico il combattimento è stato bello. Floyd Mayweather ha fatto quello che doveva per vincere e senza nemmeno affaticarsi. Aspettava gli attacchi di Manny Pacquiao e lo prendeva in controtempo. Chi doveva fare di più era Pacquiao, ma forse è stato frenato dal ricordo del knock out subìto contro Juan Manuel Marquez che lo ha colpito mentre avanzava. Anche Mayweather continuava a colpirlo d’incontro e forse Pacquiao non ha voluto correre il rischio di finire al tappeto. Capisco che molti spettatori siano rimasti delusi: alla gente piacciono le mazzate”.

Moscatiello-Mazzoni basta a soddisfare gli appassionati, ma la Principe Boxing Events di Alessandro Cherchi e la OPI 2000 di Salvatore Cherchi hanno messo in piedi una riunione molto ricca con il match tra il campione d’Europa dei pesi superleggeri Michele Di Rocco (39-1-1) e il francese Alexandre Lepelley (18-3-1) e i combattimenti dell’imbattuto peso massimo leggero Matteo Rondena (3-0) e del peso superwelter  Maxim Prodan (ventunenne che ha svolto un’intensa attività giovanile in Ucraina e che si allena alla Opi Gym sotto la direzione di Franco Cherchi).

La manifestazione inizierà alle 19.00. Questi i prezzi dei biglietti: 40 euro per il parterre e 25 euro per la balconata. Si possono acquistare presso la OPI Gym (Corso di Porta Romana 116/A, telefono 02-89452029) ed il negozio della Leone 1947 in Via Crema 11 (telefono 02-90725198).

Diretta alle 23.00 su Deejay Tv, canale 9 del digitale terrestre nazionale e canale 145 della piattaforma Sky, con il commento del giornalista Fabio Panchetti e dell’ex campione del mondo dei pesi welter WBU (World Boxing Union) Alessandro Duran.

Fonte: http://news.boxeringweb.net