Antonio Moscatiello: “Sabato 30 maggio al teatro Principe si capirà chi è il migliore!”

Sabato 30 maggio la sfida  per il titolo italiano dei welter è una pepata rivincita 

Moscatiello esulta

 

Sabato 30 maggio, al teatro Principe di Milano, il campione d’Italia dei pesi welter Antonio Moscatiello (18 vittorie, 2 sconfitte e 1 pari) difenderà il titolo contro Giacomo Mazzoni (11-3-1). I due si sono già affrontati sulle 8 riprese il 18 luglio 2013 a Signa (Toscana) e la sfida si è conclusa con un pareggio che ha lasciato l’amaro in bocca ai pugili, ai loro allenatori e procuratori. In questi casi, ogni pugile è convinto di aver subìto un furto e questo contribuisce a rendere più intenso l’eventuale secondo match. Per questo è facile prevedere un battaglia sabato 30 maggio, quando Moscatiello e Mazzoni si affronteranno sulle dieci riprese (la distanza prevista per i combattimenti con in palio il titolo tricolore).E’ la seconda difesa del titolo per Moscatiello, che è carico al punto giusto: “Ho vinto il primo incontro, su questo non si discute. Lui mi ha centrato con un diretto destro al primo round e sono andato al tappeto, ma poi ho preso il controllo del match. Gli ho anche fatto assaggiare il tappeto, ma l’arbitro non lo ha contato perché sembrava che Mazzoni fosse scivolato. In ogni caso, Mazzoni era consapevole della potenza dei miei pugni e lo dimostrava legando in continuazione. Non è un guerriero come Riccardo Pintaudi che ha accettato gli scambi con il rischio di finire knock out (come poi è successo). So che Mazzoni ritiene di aver vinto la prima sfida. Al teatro Principe si capirà chi è il migliore.”

Riguardo al futuro, Antonio Moscatiello ha le idee chiare: “Voglio fare un passo alla volta. Se avrò altre occasioni di difendere il titolo italiano, le afferrerò al volo. Dopo, vorrei vincere e difendere il titolo dell’Unione Europea. Quando sarò pronto, farò l’europeo. Una volta diventato campione d’Europa, tutto è possibile. E’ ovvio che il mio sogno è diventare campione del mondo, ma so che sono necessari anni per avere questa opportunità. Io mi impegno sempre, cerco di maturare come pugile, con l’obiettivo di realizzare il mio sogno.”

Moscatiello-Mazzoni basta a soddisfare gli appassionati, ma la Principe Boxing Events di Alessandro Cherchi e la OPI 2000 di Salvatore Cherchi hanno messo in piedi una riunione molto ricca con il match tra il campione d’Europa dei pesi superleggeri Michele Di Rocco (39-1-1) e il francese Alexandre Lepelley (18-3-1) e i combattimenti dell’imbattuto peso massimo leggero Matteo Rondena (3-0) e del peso superwelter  Maxim Prodan (ventunenne che ha svolto un’intensa attività giovanile in Ucraina e che si allena alla Opi Gym sotto la direzione di Franco Cherchi).

La manifestazione inizierà alle 19.00. Questi i prezzi dei biglietti: 40 euro per il parterre e 25 euro per la balconata. Si possono acquistare presso la OPI Gym (Corso di Porta Romana 116/A, telefono 02-89452029) ed il negozio della Leone 1947 in Via Crema 11 (telefono 02-90725198).

Diretta alle 23.00 su Deejay Tv, canale 9 del digitale terrestre nazionale e canale 145 della piattaforma Sky, con il commento del giornalista Fabio Panchetti e dell’ex campione del mondo dei pesi welter WBU (World Boxing Union) Alessandro Duran.

Fonte: http://news.boxeringweb.net/