Frezza batte Zara alla Forza e Coraggio di Milano. Ottimi i dilettanti

Frezza Zara Forza e Coraggio MilanoAltra serata di buona boxe nella struttura milanese delle Forza e Coraggio Boxe Milano 1870, sotto la regia del maestro Vincenzo Ciotoli, che ha messo sul ring diversi allievi a contorno del clou riservato ai professionisti Frezza (4+0-1=) e Zara nei pesi welter. Buona l’affluenza del pubblico nella palestra di pugilato a Milano, valutata ad oltre 300 persone. Ha vinto giustamente Gianluca Frezza, che aveva all’angolo Zennoni, al termine di 6 round molto intensi, anche se non sempre belli stilisticamente.

Il sardo Luigi Zara di Porto Torres, meglio impostato ha pagato la scarsa tenuta alla distanza, contro un rivale che fa della pressione la sua arma principale. i primi due round infatti se li è aggiudicati Zara grazie all’uso diligente del sinistro e a spostamenti precisi, poi la migliore condizione atletica del campano ha avuto il sopravvento. Frezzaè un ragazzo solido, di grande temperamento ma deve sicuramente migliorare sul piano della difesa che lascia parecchio a desiderare.

A quanto ha riferito Zara, questo potrebbe essere l’ultimo match, nonostante l’ottimo ruolino di marcia: 11+3-. “Il lavoro al porto è pesante e i turni non mi consentono di allenarmi come dovrei. Inutile insistere, sapendo a priori di non essere preparato a dovere, perdendo incontri che potrei vincere. Penso di smettere”. Un vero peccato, avendo Zara ottime capacità tecniche.

Felice Frezza, tramite Zennoni, ha progetti ambiziosi: “Siamo ancora alle prime armi, Gianluca deve migliorare molto, ma ha la voglia di arrivare. Questo era un test importante perché l’avversario possedeva esperienza e ottime basi. Ha pagato inizialmente la migliore impostazione di Zara, ma alla distanza è venuto fuori alle grande”.

Il commento tecnico dei dilettanti l’abbiamo lasciato al maestro Ciotoli. “Matches molto equilibrati e di buon tasso tecnico. Unica nota stonata la vittoria negata a Bigatti contro Kizilov per 2-1. A fine match il maestro Antonio Midili mi confessava che non si aspettava il verdetto. Ammettendo che il suo pugile era da richiamare e che Bigatti aveva almeno pareggiato. Purtroppo a giudicare ci sono persone che non hanno mai fatto il pugilato e questo è un limite che si riflette negativamente”.

La cronaca dilettantistica.  Jr. kg. 58: Rocco Messina (FeC Mi) b. Kalel Laklhifi (Frimas).
Il marocchino alto e dalle lunghe leve e’ bravo tecnicamente, ha cuore ed e’ piu’ esperto. Messina ha disputato un gran match vincendo tutte le riprese. Ha cercato giustamente la corta distanza per portare tutti i colpi. Pubblico entusiasta e applausi per il coraggio di entrambi. Messina lascia intravvedere un buon futuro.
Jr. kg. 64: Carlo Fantini (Ursus Mi) b. Alessio Conte (Domino Boxe Mi). Divario tecnico e di convinzione tra i due ragazzi, vince facilmente Fantini. Conte subisce un conteggio alla seconda ripresa, il pugile della Ursus “gira” molto bene.

Cadetti kg. 75: Petar Petrov  (FeC Mi)  e  Ottorini Mirko ( Frimas) pari. Altro bel combattimento e pareggio giusto. La prima ripresa va a Petrov, la seconda a Ottorini, la terza pari. Va detto che Petrov era debilitato per la dieta degli ultimi giorni essendo cambiato il suo avversario che doveva essere di Reggio Emilia, ha dovuto scendere di 4 Kg in poco tempo per fare il medio, ma  e’ stato bravo davvero e con un gran cuore. Tecnicamente Ottorini e’ un ottimo pugile, gia’ si vede che ha piu’ esperienza, usa bene le lunghe leve, veloce con un bel destro. Aveva 12 combattimenti al suo attivo contro i 5 di Petrov, e un piazzamento ai campionati cadetti.

Senior 3°, kg 64: D’Alconzo (Frimas) b. Simone Briamonte (Ursus). Il pugile della lecchese sempre all’attacco nelle quattro riprese all’ attacco si è fatto preferire. A volte scambi scomposti e tecnica da migliorare per entrambi.

Senior 3°, kg. 69:  Erik Macchioni (Boxe Tricolore Re) b. Stefano Esposito (FeC Mi). Ha deluso Esposito che non ha mai trovato la misura a Macchioni, vincitore facile. Sinistri lunghi e capacità di uscire dalle repliche poco convinte di Esposito.

Senior 3°, kg. 69: Vitaly Kizilov (Boxe Tricolore Re) b. Luca Bigatti (FeC MI) Prima ripresa appannaggio di Kizilov, un piccoletto che parte forte e centra con un destro Bigatti, bene assorbito, ma subisce un conteggio alla 2° ripresa. Da questo momento il pugile della Forza e Coraggio capisce che non deve accettare lo scambio e prende l’iniziativa con ampio profitto. Mantiene il centro del ring, boxa di rimessa e manda a vuoto il suo avversario. Vince le due restanti riprese. Ma il verdetto premia Kizilov. Il pubblico fischia. Il pari era da sottoscrivere.

Tratto da: http://www.mondoboxe.com/